Il Re Muore

spettacolo teatrale scritto da Eugène Ionesco e realizzato in collaborazione con la Boston University – Theatre One, Boston 04-07.05.2022

La produzione della Scuola di Teatro di Exit the King apre per cinque spettacoli nello Studio ONE. Lo spettacolo segnerà il debutto di Random Actor, uno sistema digitale per la creazione di proiezioni sceniche interattive dal vivo realizzato dalla Boston University sotto la guida di Paolo Scoppola

"È quasi magico. È davvero incredibile", dice Declan Schliesmann (CFA'22), che interpreta il Re.

Scritto da Eugène Ionesco e tradotto da Donald Watson, "Il Re Muore" è la storia assurda del re Berenger I, il cui impero è crollato e la cui vita sta volgendo al termine. Diretta da Clay Hopper (CFA'05), docente senior di regia del CFA, questa produzione sarà diversa da qualsiasi altra mai vista.

Tre rilevatori di movimento cattureranno i dati sui movimenti di Schliesmann sul palcoscenico e trasmetteranno queste informazioni al software Random Actor, che a sua volta darà indicazioni a un'altra serie di apparecchiature che produrranno le proiezioni. Random Actor utilizzerà anche gli input provenienti dai microfoni di scena che catturano la voce del Re. Il software sarà gestito da un grafico che potrà modificare le proiezioni in tempo reale.

Dietro il progetto teatrale c'è un progetto tecnico, sostenuto dal Centro Shipley per l'apprendimento e l'innovazione digitale e guidato dall'artista Paolo Scoppola.

"Il progetto Random Actor è la nostra prima collaborazione con il CFA e rappresenta un esempio della missione dello Shipley Center di migliorare l'esperienza dei laureandi alla BU attraverso l'uso creativo della tecnologia", ha dichiarato Chris Dellarocas, prevosto associato per l'apprendimento e l'innovazione digitale e professore Shipley di Management alla Questrom School of Business. "Il progetto rafforza la capacità del CFA di formare artisti creativi per un futuro digitale".

Random Actor è nato durante una riunione del CFA quattro anni fa, quando Hopper ha iniziato a parlare di proiezioni in teatro con James Grady, direttore creativo di BU Spark! e professore assistente di arte e design grafico del CFA. I due si sono trovati d'accordo sul fatto che la maggior parte delle proiezioni fossero carenti, non parte integrante della produzione, "un televisore con una rappresentazione teatrale davanti", come dice Hopper.

Invece, volevano creare proiezioni che riguardassero maggiormente ciò che accadeva tra gli attori sul palco, "in modo che l'ambiente potesse cambiare per riflettere la vita interiore dei personaggi", dice Hopper.


Credits

Director: Clay Hopper
Interactive Project Design: Paola Scoppola
Scenic Director: Alyssa Jewell
Costume Designer: Danielle Bazan
Lighting Designer: Max Wallace
Graphic Designers: Chen Lou & Arjun Kumar
Sound Designer: Will Tinsley
Technical Director: Lawren Gregory
Stage Manager: Sienna Siciliano
Production Manager: Eric Sprosty
Production photos: Jacob Chang-Rascle

Cast:
Guard: Charlie Berger
King: Declan Schliesmann
Marguerite: Charlotte Peartree Moon
Juliette: Rachel Harris
Marie: Lola Kennedy
Doctor: Michael Ticknor

Links

Boston University Press

Continuando a utilizzare il sito, accetti l'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, invece, presti il consenso all’uso di tutti i cookie

Chiudi